Benvenuto nel sito ufficiale del Comune di Esperia Sei nella Home Page del Comune di Esperia.
HOME  |  MAPPA
Motore di ricerca
  
Solo testo    |   Alta visibilità

Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.
Decoro sulla facciata di palazzi storici


Altre pagine



Sei in: Home » Museo » la storia di esperia » san pietro in curolis
Sei in: Home » Museo » la storia di esperia » san pietro in curolis

Museo

San Pietro in Curolis

San Pietro in Curolis, conosciuta anche come Esperia inferiore, fu comune autonomo dal 1808 al 1867 unitamente alla frazione di Monticelli. 

Nel X secolo, gli abati cassinesi si adoperarono per la fondazione di borghi. La popolazione che prima di allora abitava piccoli insediamenti sparsi sul territorio fu fatta progressivamente convogliare nei pressi di San Pietro e di San Paolo della Foresta, due monasteri benedettini costruiti per sostituire l’antico Santo Stefano, distrutto tra l’817 e l’828 dai saraceni. Nei pressi, nel 1103 circa, il normanno Guglielmo di Blosseville fece erigere una rocca con abitato che prese il nome di Roccaguglielma. Roccaguglielma controllova anche il territorio di San Pietro. Nei secoli, la collocazione strategica per il controllo del passo montano tra la costa gaetana e il Latium interno, ne fece un territorio spesso conteso. Sotto il governo di Gioacchino Murat, si realizzò una nuova sistemazione amministrativa: Roccaguglielma fu separata dagli altri centri, mentre San Pietrp e Monticelli costituirono il comune di San Pietro in Curolis. Dopo l’Unità d’Italia, nel 1867, Roccaguglielma e San Pietro si fusero e presero il nome di Esperia.


Fine dei contenuti della pagina

Sito ufficiale del Comune di Tarano

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

Viale Vittorio Veneto, 5 - 03045 Esperia (FR)
Tel. 0776 937612 - Fax. 0776 937544
PEC: comune.esperia@anutel.it
C.F.: 81000170605

Realizzazione
ImpresaInsieme S.r.l.Proxime S.r.l.